Il Piolino

Il cielo su Torino_analog

Tutti lo chiamano così, senza ulteriori specificazioni.

Il Piolino è un’enoteca, con molti pregi e pochissimi difetti.

I fratelli Dafarra sono i degni successori di altrettanto degni predecessori: per farla breve, la loro stirpe sollazza i bevitori limitrofi da ben tre generazioni. E’ un luogo senza fronzoli, si mostra agli avventori così com’è, non cerca di attrarti sbattendo le lunghe ciglia o facendo luccicare bicchieri di cristallo. Non ne ha bisogno, lui. Perchè qui puoi trovare una fedele clientela, che spazia da giovani amanti del vino  a signore più agée che si ritrovano per il cicchetto serale. A volte corri persino il rischio d’ incontrare giovani promesse della ristorazione torinese. E allora fiato alle trombe!

Qui si fa l’aperitivo che piace a me: quello vero, che ruota intorno all’immediatezza, alla convivialità, al chiacchiericcio e, soprattutto, al buon vino. La lavagna davanti al bancone segna sempre quattro o cinque suggestioni dei mescitori (rossi, bianchi e bollicine). Ma il divertimento maggiore è dato dalla possibilità di scovare qualche bottiglia di vero pregio ( e vi assicuro che se ne trovano non poche), tra una mensola e l’altra, tra un umile Dolcetto e un sontuoso Champagne.

Al Piolino c’è una mensolina di legno, misura  50 cm. x 50 cm: lì mamma Piera, e all’occorenza anche Gabriele e Roberto, fanno scivolare dalla cucina piccoli piatti semplici, rustici e genuini. Non manca mai una bella concassé di pomodoro fresco e aglio (percentuali fifty-fifty…vampiri astenersi!) con qualche fetta di pane tostato a fianco; frittate alle erbe, alle cipolle, alle patate; crudité; grissini rubatà e focaccia calda.

Al Piolino puoi bere anche una buona birra in vetro, hanno la birra corsa, la Pietra, difficile da trovare altrove. E lo spritz non manca mai.

D’estate c’è un bel dehors, che mi rende sempre di buonumore: Via Monferrato, a mio folle ed irrazionale avviso, è la via più bella di Torino!

Due gravissime mancanze: la mia enoteca preferita è chiusa la domenica, e durante i nostri lunghi inverni torinesi non è facile farne a meno. Ma ho trovato un’ottimo rivale (ve ne parlerò presto, dei miei due vecchietti adorati!). Il Piolino, come dice il nome stesso, è proprio ino, e molte volte non riesci nemmeno ad entrare dalla piccola porta di vetro e ferro.

La ciliegina sulla torta l’ho scoperta solo a novembre, pur essendo cliente da anni: il giorno di San Martino mamma Piera prepara la pasta e fagioli come la fa lei, e al Piolino si mangia da dio, gratis e a volontà. E’ una serata speciale, tutti bevono e mangiano più del solito, tutti ridono e chiacchierano.

Grazie Piolino!

La tante A.

Il Piolino lo trovate in Via Monferrato 23, Torino.

Advertisements

3 risposte a “Il Piolino

  1. Pingback: Pic-nic al Valentino | Les Tantes Gourmandes·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...