Mangiare thai a Bangkok

Ed eccomi di ritorno da un mese di un viaggio meraviglioso, sempre attraverso il sud est asiatico. Voglio iniziare questo primo post con la cucina della capitale Thai, la folle Bangkok. E’ difficile non mangiare bene in quella metropoli smisurata: ormai sono tanti i posti che ricordo con il cuore ( e con lo stomaco ), ma questi tre sicuramente fanno parte del mio podio virtuale. E allora preparatevi a questa sfilata di virtuosismi siamesi!

If it swims, we have it!  (Sea food market & restaurant)

E’ la nostra prima sera a Bkk: mia madre è eccitata come una bambina, mio padre si guarda intorno con diffidenza, la Tante A. invece non vede l’ora di andare a cena…chissà quale delizie ci farà assaggiare mio fratello. Siamo in zona Phrom Phong, uno dei quartieri più belli della città: ai vicoli pieni di bancarelle di cibo, si affiancano tranquille zone residenziali e locali davvero eccellenti.

Il Sea Food Market è un capannone, signori miei, un vero capannone industriale riconvertito a mercato del pesce chiccoso e a ristorante altrettanto elegante. Attenzione, per elegante intendo KITSCH, ma è da vedere! Si prende il carrello, si fa la coda ai banchi per scegliere solo il pesce migliore e solo il più fresco. C’è tutto, lo giuro. Non è un modo di dire, ogni maledetto organismo dotato di branchie è lì, ogni crostaceo, ogni più esotica conchiglia….tutto! I prezzi non sono bassi, ma non riusciamo a contenenci e compriamo, nell’ordine: capesante giganti, calamari ancora vivi, un granchio al quale manca solo la parola, il tipico pesce thai (il sea-bass), delle conchiglie mai viste e delle lumache di mare e  i gamberi BLU giganti (che si trovano solo in Vietnam, nel delta del Mekong). Ti imbustano tutto, vai alla cassa e paghi. Passi al reparto frutta e verdura e lì puoi acquistare ciò che diventerà il tuo contorno o il tuo dolce.

A quel punto, finalmente, ci fanno sedere a tavola: il cameriere prende il pesce e per ogni pezzo chiede come lo si desidera cucinato.

Tutto meraviglioso, con una nota di merito al calamaro che si scioglie letteralmente in bocca, dopo essere stato immolato sulla regina delle griglie!

Jim Thompson

Alla Jim Thompson house si può venire per un the, per un bicchiere di vino, per cenare o persino per festeggiare un matrimonio…nel caso specifico quello di mio fratello! E’ qui che F. e S. hanno deciso di sposarsi, e davvero mai scelta fu più azzeccata. Siamo nel centro di Bkk, a Siam, e questo luogo richiude in sè tutta la magia della quale è permeata la Thailandia: il legno di teak è ovunque, la vegetazione esplode oltre i muri e oltre i giardini, i fiori colorano l’ambiente, il personale è di una gentilezza disarmante.

I due sposi hanno scelto un pranzo in tipico stile Thai…e così iniziamo con dei prefetti spring rolls fritti ripieni di salmone, da intingere nella salsa agrodolce; poi arrivano fresh spring rolls, carta di riso cruda e inumidita a contenere gamberoni e lattuga, noccioline e germogli di soya; pomelo salad e gamberi saltati all’aglio per seguire, e uno splendido Massamam Curry come piatto principale…il ricordo delle altre portate è stato offuscato dal prosecco…però che pranzo!

Roti Mataba

L’ultimo, ma il primo in classifica. Il più povero ed economico, ma il migliore. Ormai da Roti Mataba torno tutte le volte che mi trovo a Bkk: è davanti al molo di Phra Atid, quello che in tanti conosceranno per la vicinanza con la turistica e hippie Kao San Road. C’è il Chao Praya davanti (l’enorme fiume che alimenta Bkk) e c’è il miglior curry della città.

Attenzione, qui non si parla del curry indiano, ovvero un misto di spezie secche dal colore rosso-giallo! Il curry thai è un altro mondo, è una pasta densa che viene fatta a mano, pestando in un mortaio di legno erbe rigorosamente FRESCHE…il risultato può essere di diversi colori. Il mio preferito è il curry verde, che si serve con i roti (pane tradizionale indiano) che assomiglia un po’ ad una nostra tigella.

Non resisto, e dopo avere mangiato e bevuto il contenuto della ciotola e due birre Singha ( dimenticavo di dirvi che il curry è un tantino piccante!), ordino un roti caldo spalmato di latte condensato…che goduria. Totale del pranzo:150 bath, 3 euro e mezzo circa.

Welcome to Bangkok!

La tante A. ( in versione nomade)

Se passate da Bkk:

Sea Food @ 89 Sukhumvit Soi 24, Sukhumvit Rd. , Klongtoey, Bangkok (zona Phrom Phong)

Thompson restaurant & wine bar @ 6 Soi Kasem 2, Rama I Rd. , Bangkok (zona Siam)

Roti Mataba @ 136 Phra Atid Rd. , Phra Nakorn, Bangkok (zona Kao San)

Annunci

Una risposta a “Mangiare thai a Bangkok

  1. Pingback: Thai Green Curry | Les Tantes Gourmandes·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...