La mia dispensa I – Tè

48410013

La mia dispensa fa parte di me: un ripiano fitto di barattoli, buste, sacchetti di carta, confezioni ancora sigillate.

Un vero tesoro, nonchè lo specchio dell’anima.

In fondo a sinistra sulla mensola che ho ormai colonizzato, c’è l’angolo del tè. Da quando viaggio in Indocina, ogni anno la collezione si amplia e si diversifica…ormai non ne faccio più a meno. Il thè mi accompgna tutto il giorno, e per ogni momento della giornata mi affido ad un compagno diverso.

Da qualche mese a questa parte la mia giornata si scandisce così…

Mi sveglio, assonnata e nervosetta come sempre: tè nero, assolutamente. Il processo di ossidazione che lo contraddistingue fa sì che il sapore sia deciso, la teina fortemente presente, l’effetto stimolante immediato…ottimo per iniziare la giornata! Tre scelte per me: un tè nero che mi ha partato la mia amica medichessa senza frontiere dall’Uganda: grani piccoli, sembrano delle mini palline, il colore è scuro ma il sapore delicato; l’altro è un tè della Cameron Valley, Malesia: Serbuk teh, è tritato finemente, ha un profumo persistente ma un sapore non così deciso. Ancora sigillato dopo il viaggio di quest’estate è l’ottimo Jasmine che compro ormai da anni in Thailandia, ma che è originario della Cina. Il mio preferito, profumatissimo e dal sapore pieno, va bene in ogni momento della giornata.

Ore 11 a.m. sto studiando e ho l’abbiocco. Che fare? Tè verde, mi sembra ovvio. Anche qui tre scelte: il pregiato Oolong è un semiossidato, le foglie intere vengono arrotolate e si aprono come dei petali nell’acqua bollente; il colore dell’infusione è giallino, il profumo meraviglioso, il sapore indescrivibile. Lo adoro. L’ho acquistato a Chiang Mai al nord della Thialandia in questo fantastico negozio. L’alternativa nipponica è il te matcha: le foglie vengono cotte al vapore, asciugate e ridotte in polvere finissima. Ottimo per preparare dolci dal colore e dal sapore accattivante…come il tiramisù coffee free.

Itiramisu al the verde

Il Gunpowder cinese lo chiamano così perchè la foglia arrotolata “espolde” nell’acqua bollente: lo trovo nei negozi cinesi di Porta Palazzo.

Siamo già a metà pomeriggio, fuori fa freddo e ho bisogno di qualcosa di gustoso ma senza teina: il tè rosso Thai è un misto di tè e spezie, moto leggero, speziato e dolce…divino. Se no c’è il Rooibos al pepe rosa e scorza di arancia…lo si compra nella boutique preferita della Tante C. E’ privo di teina, lo chiamano the rosso ma non è un vero the: è dolcisssimo e profumato.

Prima di andare a dormire un infuso di camomilla…e non mi svegliano nemmeno le cannonate!

La Tante A. droghiera

48410015

L’emporio del tè, Via Monferrato 20/B Torino

Raming tea house, 151 Moo 3, Thasala, Muang, Chiangmai,  Thailand

Advertisements

2 risposte a “La mia dispensa I – Tè

  1. Pingback: Architettura di una cena | Les Tantes Gourmandes·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...