Quattro giorni a Paris – Dimanche, 3eme jour

Oggi è giorno da turista, perché a Versailles una volta nella vita bisogna andare…
Sveglia presto, per arrivare entro le 9, abbiamo già comprato all’ufficio del turismo il biglietto della RER e quello d’ingresso al castello per evitare le code.
Più  che lo chateaux, è  il giardino che colpisce, il verde dei prati, i giochi d’acqua delle fontane.

image

Passeggiando nel parco si arriva alla dimora di Maria Antonietta: atmosfera deliziosa e ambienti curati nei minimi particolari.
Una giornata un po’ faticosa, ma ne è valsa la pena!
Prima di tornare in hotel ci fermiamo allo Starbucks di Av.de l’Opera. Non si tratta di un luogo raffinato, ma mi è sempre piaciuto, mi attrae magneticamente… Leggo il menù con gli abbinamenti più impensabili, ma alla fine scelgo un cafè au lait demi- écrémé avec savour de vanille, perché  per il frappuccino con la panna spry non sarò mai pronta.

image

Mi piace!
Siamo già arrivati all’ultima sera… Dopo una cena etnica e una di pesce scegliamo un vrai bistrot parisien: Le Mesturet, Rue de Richelieu 77.

image

L’ambiente è un po’ rumoroso e confuso il giusto. A parte un tavolo di giapponesi, qui sono tutti francesi.
Inganniamo l’attesa con alcune olive provenzali: buonissime, già sappiamo di essere nel posto giusto.
Un brindisi con il primo bicchiere della bottiglia di vino rosso della Côte du Rhone: i vini d’oltralpe sono completamente diversi dai rossi piemontesi, molto più aromatici, spesso racchiudono uve differenti e per quanto siano buonissimi, non li cambierei mai con nessuna delle nostre etichette.
Comunque, nonostatante i trenta secondi di patriottismo, mi piace! Ha una buona bevibilità, i tannini si sentono al punto giusto…

image

Finalmente fois gras come antipasto. Fois gras e baguette croccante… un gusto che quasi tramortisce, che non lascia spazio per nessun pensiero, un vortice di sapore che trascina fino alla fine del piatto.
E a seguire agnello con profumi di rosmarino. È tenerissimo, una cottura impeccabile, ottimo il connubio tra il gusto selvaggio della carne e quello del rosmarino.
Perfetta anche la bistecca alla griglia che sceglie lui, con sopra una noce di burro all’erba cipollina che si scioglie lentamente, mentre boccone dopo boccone assapori la cena…
È il momento de l’addition: 78€ in due.
Torneremo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...