Una giornata in Val Pellice

La Val Pellice… È una zona del Piemonte verde e tranquilla, a 50 minuti di auto da Torino, boschi di castagno e prati soleggiati, una meta fuori dal tempo.
La nostra giornata comincia a Torre Pellice con una brioches da Mollea, pasticceria sublime in Via Matteotti 5, fagottino di mela o croissant alla marmellata: una scelta difficile. Compriamo una meringata ai frutti di bosco da portare a Torino, la meringata più buona che abbia mai mangiato.
E poi cappuccino al Caffe del forte, in via della Repubblica 22.
Due passi per il paese e la spesa alla macelleria Tanti sapori, in via Matteotti 9, vicino alla pasticceria (carne cruda da mangiare in insalata e mustardela sono da provare), prima di proseguire verso Angrogna,  capoluogo della valle…
Nella piazza del paese c’è Vecco, l’unico negozio di alimentari: un po’ caro, ma il pane, la toma di latte vaccino, la toma blu, il sairas sono unici.
È già ora di pranzo: il Pomo d’oro ci aspetta. A pochi passi da Vecco, una terrazza con una vista mozzafiato e un menù intrigante, dove tradizione e innovazione si fondono piacevolmente insieme.
Aperitivo con Sidro della casa: leggermente alcolico, un gusto di mela secco e dissetante, per un ottimo inizio.

image

Dividiamo Riso venere alla toma e serpillo e tagliatelle ai funghi porcini di Pinerolo.
A seguire tagliata di carne, spalla di maiale alla mela e galletto, tutto accompagnato da patatine al forno croccanti.
Prendiamo anche una porzione di peperoni in agrodolce e melanzane. 
Buonissimo il pane integrale fatto in casa.

image

Il tutto accompagnato da Dolcetto di Vajra.

image

E per dessert bounet, crostata di pesche e amaretti, tartelletta ai mirtilli di Angrogna, crema allo zenzero.
Una meraviglia.
Liquore di genziana e serpillo per finire.
Il conto in quattro persone: 22 euro a testa.
Una siesta all’ombra dei castagni e poi una passeggiata nel bosco.
Aperitivo a Torre Pellice, sempre al Caffe della Torre e poi cena Al vecchio Piemonte, in via della Repubblica 13. Ottime le pizze, ma anche i piatti della cucina e il vino della casa.
C’è ancora spazio per un gelato da Mollea, nel locale appena aperto nel centro del paese, in piazza del municipio. Lampone, frutti di bosco, crema di genepy, crema alla lavanda, meringa… Tutti ingredienti a km zero.

Impossibile non aver voglia di Val Pellice…

La Tante C.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...