Phu Quoc Island: mare e cucina

Arrivare alla fine di un viaggio così felice, soddisfatta…
Dopo aver percorso il Viet Nam da nord a sud, 1000 km in auto e 4 domestic flights…
5 giorni di assoluto relax, coccolati dalla bellezza lussureggiante di Phu Quoc Island sono stati la conclusione perfetta di un viaggio che non dimenticherò.
La Veranda resort: mi piace esplorare,  mi piace scoprire… ma mi piace anche fermarmi, smettere di pensare, smettere di organizzare, vivere in un piacevole limbo, sospesa nel tempo…
Il mare del golfo della Tailandia ha acque calme e calde, l’azzurro dell’acqua che si fonde con l’azzurro del cielo… e la sabbia dorata… e i rossi tramonti…

image

E rosolandomi al sole osservo la gente che passa: la fruttivendola che sotto il peso del sole espone la sua merce, la coppia di giapponesi che si fotografa sul bagnasciuga, due amiche, forse spagnole, che sfoggiano pareo colorati.

image

Ma La Veranda è molto di più, perché è stato un viaggio culinario inaspettato e sorprendente: cucina vietnamita rivisitata in chiave moderna, ineccepibilmente perfetta.
Il Peppertree restaurant si affaccia sul mare con un’elegante terrazza, ti accoglie tra i suoi muri chiari e pavimenti in legno, è bastato uno sguardo per capire che quello sarebbe stato il mio posto magico e il primo amouse bouche per innamorarmi.

image

In cinque cene abbiamo provato quasi tutti i piatti vietnamiti (la sezione delle portate internazionali è rimasta inesplorata)
Pollo al vapore cotto nel bamboo, con zenzero e salsa di pesce

image

Dal sapore delicato e raffinato, accompagnato da uno steamed rise profumato e… buono.
Bellissima anche la presentazione.

Maiale caramellato cotto nell’argilla

image

Un grande classico del sud del Viet Nam, gusto deciso e totalizzante.

Costolette di maiale con pomodoto e cannella

image

Toni forti e appassionati in armonia con i noodles.

BBQ chicken nelle foglie di lime, con anacardi e curcuma

image

Uno dei sapori più raffinati del viaggio.

Assolutamente imperdibile il menù di pesce:

Amouse bouche di capasanta, bacon e gambero

image

Un’esplosione di gusto

Red Snapper intero alla griglia, con spring rolls freschi da preparare sul momento.

image

Indimenticabile. Pesce carnoso e saporito, cotto alla perfezione. Mi piace l’idea degli spring rolls da rollare tra un boccone di pesce e l’altro!

E l’ultima sera lo chef Le Thanh Long ci ha regalato un menù vietnamita strepitoso:

Quenelle di gambero in panatura croccante con stecco di canna da zucchero. Salsina sweet and sour a lato.

image

Magnifico inizio.

Stracotto di maiale con tofu fatto in casa e chili

image

Carne che si scioglie in bocca, sprigionando sapori sinceri.

E per finire dessert vietnamita: semi di loto al vapore con gelee e sorbetto di cocco.

image

Goloso senza eccedere, quella dolcezza appena accennata che mi fa impazzire.

Sullo sfondo il mare, le stelle, le luci delle barche dei pescatori…
Potrei stare a Phu Quoc Island all’infinito.

La Tante C. profondamente innamorata del Viet Nam

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...