E che cavolo

image

Genova

Week-end sempre più genovesi, per me. Giornate che, nonostante l’autunno, hanno ancora le temperature miti del finire dell’estate. Tramonti così, da togliere il fiato.

Ma poi il lunedì si torna a casa, e ricomincia la vita di questi mesi: biblioteca, tesi, pranzo preparato la sera prima nel thermos…una noia, insomma. Una noia per la mia fantasia culinaria, più che altro, che al momento è totalmente sopita e bloccata da tutt’altri pensieri.

Però lunedì torno a casa con un piccolo bottino dall’orto di Zena: cavoli, in tutte le forme e i colori. E stasera ho voglia di pasta buona buona.

Maccheroncini al ferretto, pasta disemola di grano duro, origine meridionale forse calabrese forse no, in ogni caso buonissimi.

image

Maccheroni

Foglie di cavolo nero tagliate sottili.
Tre fette spesse di pancetta coppata di quella giusta.
Peperoncino super spicy, olio buono, un velo di pecorino romano.

image

Cavolo nero

Mettete subito a scaldare l’acqua per la pasta, il sugo si fa in un attimo.
Una bella padella capiente dove mettere un filo d’olio e il peperoncino: fate stufare a fuoco vivo il cavolo e se necessario aggiungete qualche cucchiaio d’acqua. Io ho preferito non lessarlo in precedenza perchè amo le verdure croccanti e non volevo l’effetto “cremina”…ma ognuno segua il proprio cuore!
Quando il cavolo sarà pronto spostatelo in una ciotola e nella stessa padella rosolate la pancetta tagliata a listarelle sottili. Se è un buon prodotto non perderà grasso (come la mia!), diversamente scolate tutto il colesterolo presente, please!
A questo punto unite il cavolo alla pancetta, assaggiate di sale e di piccante, buttate la pasta: cuoce in cinque minuti circa.

image

BBbona!

Scolatela bene, saltatela nel sugo aggiungendo, se necessario, un filo d’olio a crudo e una bella grattugiata di pecorino romano, che servirà a rendere più omogeneo il risultato, e a darle un gusto più deciso.

Basta, ora mi siedo e mi divoro questo bel piatto di pasta.

Ah, un bicchiere di barbera e si combattono anche i virus influenzali….!

La Tante A. versione casalinga

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...