Focaccia: colazione, pranzo, notte

Ho sempre amato ogni forma assunta da quel magico connubio di farina, acqua, olio, sale e lievito.
Impastare, rigorosamente a mano, mi dà sempre una gran bella sensazione: è uno sfogo innanzitutto, ma è anche una coccola, uno scambio di energie, di sensazioni.

Da quando è iniziato il “su e giù” da Genova, il mio amore per la focaccia è diventato illimitato: la focaccia genovese è davvero la regina indiscussa delle focacce…perfetta nella sua untuosità  e morbidezza. Un vizio al quale non riesco più a rinunciare (e la bilancia lo dimostra!).

20130512_193252

La mia focaccia

A Setri Ponente, la mattina presto, quando M. mi porta a prendere il treno, mi fermo sempre da Re: una splendida panetteria, dove si può scegliere la focaccia classica (che viene servita ancora calda), quella con le cipolle (da intingere rigorosamente nel cappuccino, secondo antiche regole non scritte della città), ma anche la “focaccia secca”: una sorta di schiacciatina davvero sfiziosa. Attenzione, dà dipendenza!

Ma non tutte le focacce sono uguali…basta spostarsi fino a Voltri, ed ecco qui che scopro la meraviglia: da Priano si fa la focaccia di Voltri (che non è la focaccia genovese, ocio!). Una sfoglia sottile, cotta nel forno a legna, passata nella farina di polenta. Il risultato è croccantezza e morbidezza allo stesso tempo, una ricetta tramandata da generazioni in un luogo davvero suggestivo e carico di tradizione.

wpid-20131013_122940.jpg

La focaccia di Priano

E se invece voglio mangiarla a Torino? C’è sempre il panettiere di fiducia della Tante C., Perino, ma a me piace molto anche la panetteria di Piazza Zara, quella che sta aperta anche di notte e serve una dignitosissima focaccia al formaggio…provare per credere!

20130616_132200

Stracchino a tutto spiano

Oppure basta andare al Giuge a trovare La Tante C. e famiglia, la focaccia fatta con la pasta del pane del panettiere di Angrogna è davvero buonissima…

20130922_132621

Focaccia e formaggi

Avvertenze per i non genovesi: quando entrate in una panetteria a Zena, chiede una striscia di focaccia (e non un pezzo, nè una fetta!); inoltre è buona regola chiedere la quantità in euro: vedrete che con due euro di focaccia mengerete in quattro…

La Tante A. in overdose di carboidrati

 

Panificio Re, Via Sestri 1, Genova

Panetteria pasticceria Priano, Via Camozzini 76/R, Genova Voltri

Panificio Piazza Zara 1, Torino

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...