Shizen: giappone e ricordi di un pranzo

Da quando Lei è partita io non sono più riuscita a scrivere…
Un blocco incredibile, un vuoto incolmabile.
Lei che è stata in ogni mia giornata dalla quarta ginnasio, lei con cui ho condiviso lacrime e sorrisi… improvvisamente è partita… per la sua avventura, per il suo futuro…
Sono passati quasi 2 mesi. La sento, la immagino e solo ora, con Cremonini nelle orecchie e il sole in faccia riesco a scrivere del nostro pranzo da Shizen, dell’ultima volta in cui abbiamo riso, bevuto, mangiato e passeggiato insieme…
È ora di pranzo. Non ce lo diciamo, ma sappiamo che questo momento difficilmente ritornerà.
Il tavolo è quello solito contro al muro, sedute a quel tavolo due anni fa mi aveva regalato il bonsai.

Un calice di bianco per brindare a noi.

E poi… via alle danze!
Un susseguirsi di portate deliziose, sfiziosi bocconcini di giappone in cui abbandonare i nostri pensieri.
Involtino ebi per iniziare: gambero in tempura, lattuga e salsa spicy. Semplicemente perfetto.

image

Ika tempura salad: ciuffetti di calamari per non abbandonare la croccante tempura.

image

Salmon fillo roll: una piacevole novità di salmone affumicato e asparago, arrotolati su pasta fillo croccante

image

Immancabile il tuna sandwic: pasta fillo orientale con avocado, tobiko, tonno cotto e shiso; morsi golosi, occhi negli occhi.

image

Crostino di riso con ricciola in salsa yuzu, croccante e insolito.

image

Triangoli di focaccina con selezione di pesce dello chef, per un’altra portata veramente originale.

image

Carpaccio di branzino con melograno, salsa di acciuga e wasabi, salvia croccante: quasi un tocco di piemonte nella cucina di Tokio.

image

Fashion Roll yellow: roll di ricciola, mango e lattuga; le bacchette che roll dopo roll, parola dopo parola svuotano il piatto.

image

Gelato crema allo zenzero per me e tè verde per La Tante A. Morbidi cucchiaini di libidine e leggerezza.

image

E come ogni pranzo da Shizen, si finisce passeggiando tra Viale Thovez e Corso Fiume.
Poi saliamo in macchina… e ti guardo partire: au revoire.

La Tante C. profondamente amica

Ristorante Shizen
Viale Thovez 6, Torino
Tel 011 6605074

Annunci

Una risposta a “Shizen: giappone e ricordi di un pranzo

  1. Mi sembra passato un secolo Tante, e invece sono solo due mesi…non vedo l’ora di vederti e di averti qui! Anche se hai ragione tu…chissà quanto passerà prima di essere di nuovo noi due…mi manca terribilmente il nostro essere “noi”…
    La Tante A. triste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...